Il filo di Arianna
>> La nostra storia
Immagine
Come tutto ebbe inizio
Due lauree in pedagogia ancora fresche di inchiostro, anche se alle spalle una lunga e nutrita esperienza educativa a livello personale, professionale e di volontariato. Un’altra laurea in Scienze dell’educazione in dirittura di arrivo. La grande voglia di sperimentare nuove strade, nuove cose. Poi quello che conta veramente: una salda amicizia che permetteva di legare in un progetto unico passato, presente, futuro. Così ci siamo messi in moto, con le speranze ed i sogni forse più chiari delle idee. Anche per questo l’abbiamo chiamata “Il Filo di Arianna”, per sperimentare percorsi tra vecchio e nuovo, per districarsi nei labirinti dell’educazione.
Altri incontri
Un avvio faticoso come tutte le partenze. Altri incontri, altre sinergie sperimentate. E poi a poco a poco le cose si sono fatte più chiare. Le prime attività di formazione, il tam tam che girava scandendo il nome dell’Associazione, altri corsi e, soprattutto, un sacco di storie, di volti incontrati. Via via alcuni hanno chiesto di lavorare con noi, di condividere questa avventura. Il passo si è fatto più deciso, permettendo di allargare gli orizzonti dalla pedagogia ad altre discipline e professionalità, ma condividendo e viaggiando con il medesimo battito del cuore: essere occasione di crescita, di formazione, di salute e benessere, attraverso l’incontro, la comunicazione, lo scambio interpersonale e culturale che nasce e si alimenta dalla e nella diversità.
Il gruppo si consolida
Poi nell’estate del 2004 il gruppo si è fatto più preciso, ma con confini sempre labili, aperti ad ulteriori orizzonti, a passi diversi sempre sintonizzati sulla stessa speranza e i formatori in autoformazione più stabile, insieme ad una maggiore presenza sul territorio. Ogni anno un passo più azzardato sui difficili e transdisciplinari percorsi umani che permettono di conoscere e conoscersi, di formare e di formarsi
Immagine
In continua evoluzione
Infine un ulteriore e recente cambiamento. Prima l’incontro di alcuni di noi con l’ASPIC che ha ulteriormente connotato lo stile che già da tempo, tra noi, si cercava di realizzare. Una linea continua sul medesimo sentire. Infine l’incontro con gli amici della SiPGI, alcuni dei quali già nostri formatori ASPIC, con i quali si è stati subito in sintonia sui valori fondanti, sui contenuti e sulle strategie operative. Tra il 2009 e il 2010 nasce così la volontà di collaborare più strettamente che si concretizza con la nascita della SiPGI Marche. La storia più recente è l’evoluzione organizzativa del Filo di Arianna che da associazione diviene società e braccio operativo della SiPGI Marche. In fondo, tutto è ancora molto giovane e immerso nella piacevolezza e nel contatto di un processo che continua ad auto svilupparsi...
Immagine